IL PUNTO – Guerra in Ucraina, i russi avanzano a Est. Zelenski: «Serve diplomazia»

|

Il presidente ucraino nel suo intervento al Consiglio Europeo: «Passo dopo passo libereremo la nostra terra» 

A quasi cento giorni dall’inizio del conflitto in Ucraina tra colpi, vite spezzate, città distrutte, il bisogno di dialogo è sempre più necessario. Se il tavolo della diplomazia tra Mosca e Kiev è ancora lontano, possiamo dire che i paesi dell’Ue sono al lavoro per cercare di favorire uno stop immediato della guerra. Ieri a Bruxelles i 27 paesi dell’Ue hanno discusso sul tema dell’invio di un ulteriore pacchetto di sanzioni contro Mosca, proprio per limitare i pagamenti da parte dell’Ue verso la Russia e non permettere di finanziare con quei soldi la macchina bellica. Dopo un pomeriggio di dialogo che ha visto alti e bassi, dove inizialmente il premier ungherese non era convinto sull’invio del sesto pacchetto, si è presa la decisione finale: l’Ue dice stop al petrolio russo via mare, rinviato invece l’embargo a quello trasportato da oleodotti. Tra le ultime novità, è stata esclusiva dal sistema Swift (Society for Wordwide interbank Financial Telecommunication) la Sberbank, il principale istituto di credito russo con sede a Mosca. Vediamo una Russia sempre più in isolamento ma per ora, non ha intenzione di cessare il fuoco.

Le parole di Zelensky alla nazione 

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky è intervenuto in videochiamata al vertice prima che l’Ue approvasse il sesto pacchetto di sanzioni, che comprende appunto l’embargo sul petrolio russo. Il leader ucraino ha sollecitato i paesi membri a velocizzare il sesto pacchetto. Poi ha chiesto l’invio di più armi necessarie per la resistenza ucraina. Ricordando che la sua Ucraina è stata distrutta e sono morti civili e bambini, spiegando che la situazione in Donbass è seriamente critica e ricordando anche il giornalista francese Frédéric Leclerc-Imhoff, che ha perso la vita proprio ieri sulla strada di Lyssytchansk, nella regione di Severodonetsk. La scheggia di granata che l’ha colpito è stata lanciata contro un convoglio umanitario. 

Zelensky: Mosca dovrà deporre le armi

Nel consueto videomessaggio serale il presidente ucraino ha dato un messaggio abbastanza ‘positivo’ alla sua nazione: «Passo dopo passo stiamo liberando la nostra terra e gradualmente ci avviciniamo al punto in cui la Russia dovrà deporre le armi, contare tutti i morti e passare alla diplomazia. Dovremo sicuramente farlo». Anche se nel Donbass, i russi continuano ad avanzare ad altissima intensità e giorni fa persino la resistenza di Kiev ha ammesso di avere problemi con l’offensiva russa.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha definito la missione di Mosca come qualcosa che può essere descritto solo come imperialismo, cioè l’obiettivo di voler spostare i propri confini con la forza. Poi Scholz afferma: « Gli obiettivi che la Russia si pone non saranno raggiungibili. Se il piano di Putin è quello di conquistare territorio e poi sperare, quando le armi a un certo punto tacciono, di poter possedere tutto, questa è una falsa speranza».

Ora bisogna capire come la Russia reagirà sul sesto pacchetto di sanzioni. La decisione presa ieri all’interno del vertice non è stata scontata ma anzi molto discussa. L’Ue ha scelto, ancora una volta, la strada della responsabilità e nonostante alcuni paesi, come Francia, Germania e Italia, stanno dialogando anche con Putin, l’Europa sta ovviamente dalla parte di Kiev. Ora vedremo se Mosca avrà la forza e i finanziamenti per continuare il conflitto o sceglierà di sedersi a un tavolo con Kiev.

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Lega Pro, via al progetto “Ethical Sport Management”

Ospiti del convegno Sebastiano Messina e Francesco Ghirelli, presidente...

Acquasparta, il primo romanzo horror italiano: “Il mio cadavere”

Appuntamento venerdì 9 dicembre a Palazzo Cesi per la...

Pochi medici, è allarme: “Centomila pronti alla fuga”

I numeri della Federazione nazionale degli ordini dei medici:...

Governo, Dl anti-Rave: è scontro sulle nuove modifiche 

Passa a maggioranza in Senato: addio ai reati contro...

Asm, Tiziana Buonfiglio nuovo amministratore delegato

Il presidente del Servizio Idrico Integrato Carlo Orsini: “Grandi...

Sogna il Marocco che affronterà il super Portogallo, Spagna out

Eliminate le Furie Rosse ai rigori, i nordafricani sognano....

Intergruppo disabilità, Guidi: “Pregiudizio la barriera più grande”

I temi sul tavolo: trasversalità, unitarietà, barriere. Locatelli “A...

Asm-Acea, firma per il primo accordo: “Operazione di prospettiva”

Il sindaco di Terni Leonardo Latini ha partecipato al...

Tragedia di San Giustino, l’autopsia sul corpo di Natasha 

Indagini avanti sulla morte dei quattro ragazzi che hanno...

Un concerto con i big firmato Tapojarvi: evento per l’Aism 

Si intitola “Musica e Parole” ed è un concerto...

E’ morto il lupo Merlino, simbolo di speranza dei Monti Sibillini 

La sua storia è intimamente legata alla figura di...

Ast, nuovo bonus ai dipendenti: arrivano 500 euro 

Dopo l’annuncio dell’azienda di qualche giorno fa per la...
Teseide Casa Editrice

Leggi anche

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...

A Kherson 28 bombardamenti in 24 ore: colpito centro oncologico 

La Russia avanza e intanto aspetta le basse temperature...
Teseide Casa Editrice

Dalla Homepage

Riforma Cartabia e intercettazioni: la verità di Nordio 

“La pubblicazione delle intercettazioni non ha colpito solo politici...

Pil in diminuzione nel 2023: gli scenari dell’Istat

Il report “Prospettive per l'economia italiana nel 2022-2023”: l’aumento...

Lega Pro, via al progetto “Ethical Sport Management”

Ospiti del convegno Sebastiano Messina e Francesco Ghirelli, presidente...

Pochi medici, è allarme: “Centomila pronti alla fuga”

I numeri della Federazione nazionale degli ordini dei medici:...

Sogna il Marocco che affronterà il super Portogallo, Spagna out

Eliminate le Furie Rosse ai rigori, i nordafricani sognano....