Per la prima volta in Italia, un trapianto da vivo per ricostruire il legamento

|

Operato a Pinerolo, in provincia di Torino, un ragazzo di 14 anni, donatore il padre. Grande successo dell’intervento: il donatore è completamente guarito, senza alcuna conseguenza

Un intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio, ricorrendo, per il trapianto, alla donazione da vivente è stato eseguito per la prima volta in Italia su un ragazzo di 14 anni, con donatore il padre. È accaduto a Pinerolo, in provincia di Torino, nella struttura di Ortopedia diretta dal dottor Sergio Ronco.
Con questa tecnica, già usata in Australia e Spagna e in particolare a Barcellona, l’équipe di Ortopedia sta ora mettendo a punto un protocollo sulla procedura, sottoposta al Centro nazionale trapianti, così che possa essere condiviso con altri centri specializzati, per essere adottato a livello nazionale.

L’intervento è stato eseguito dal dottor Mario Formagnana, dell’ospedale di Pinerolo e dal dottor Simone Perelli dell’Icatme, Istituto catalano di traumatologia dello sport di Barcellona, con il coordinamento del dottor Ronco, insieme alle équipe delle sale operatorie di Pinerolo. Il tutto in collaborazione con il Centro regionale trapianti.

“Abbiamo eseguito l’intervento in contemporanea su due sale – racconta Formagnana -. In una abbiamo prelevato i tendini al padre e nell’altra li abbiamo usati per ricostruire il legamento crociato al figlio“. Fino ad ora in Italia sono stati utilizzati per la ricostruzione o tendini autologhi, cioè propri, oppure tendini provenienti da donatori deceduti e distribuiti dalle Banche dei tessuti. Questi ultimi nei pazienti adulti consentono un ottimo risultato, mentre nei pazienti pediatrici hanno dimostrato un tasso di fallimento alto, che spesso ne sconsiglia l’utilizzo. Meglio dunque l’autotrapianto, ma “nei pazienti pediatrici – aggiunge Formagnana – spesso i tendini sono troppo piccoli. Il nostro paziente era un ragazzo di 14 anni ancora in fase di crescita, l’intervento andava eseguito con tecnica pediatrica, ma il ragazzo mostrava caratteristiche antropometriche tali da prevedere che un autotrapianto di tendini sarebbe stato, per dimensioni, insufficiente. Per questo motivo, abbiamo deciso di utilizzare i tendini del padre”.

I tendini da donatore vivente, se accuratamente selezionato, si comportano come i propri in termini di efficacia, e provenendo da un adulto maschio, sono più grandi e di dimensioni congrue ad assicurare il buon esito dell’operazione.
Il follow up sta confermando il successo dell’intervento: il donatore è completamente guarito, senza alcun tipo di esito o conseguenza, e il ragazzo cammina senza stampelle e sta bene, come in un normale post operatorio di ricostruzione ligamentosa.

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Usa e il futuro dell’Ucraina: ecco il piano post guerra

A disegnare lo scenario post-war è stato il segretario...

“I soldi ci sono ma il cantiere è fermo”: protestano i residenti 

L’intervento del circolo del Pd che intercetta il malcontento...

Pericoli lungo la strada: la protesta dei residenti di Miranda

Rami che cadono e vegetazione incolta: la vicenda degli...

Morti in strada: gennaio mese nero con 73 vittime

I dati dell'Osservatorio dell'Associazione amici e sostenitori della polizia...

Cairo, trovata la mummia più antica al mondo: è di 4.300 anni fa

Secondo l'archeologo Zahi Hawass la tomba appartiene a un...

Milleproroghe, smartworking per i fragili e le altre proposte da votare

Salta pensione a 70 anni per i dipendenti della...

Shoah, la denuncia di Herzog: “L’Europa fu terra dell’Olocausto”

Il presidente israeliano all’Eurocamera ricorda “il più orribile dei...

Meloni da Nordio, sguardi d’intesa sul “grande piano” della giustizia

La premier blinda il suo Guardiasigilli. Sul tavolo ci...

Cospito: il primo caso di un anarchico al 41 bis

Tre mesi di attesa per l'udienza della Cassazione. Il...

Curare l’insonnia? Oggi si può. In arrivo farmaco rivoluzionario

La nuova molecola si chiama "daridorexant" e agisce sull'orexina....

Consob: solo l’11% degli italiani investe in sostenibilità

I risultati delle indagini svelano come la mancanza di...

Presidenzialismo? Guidi è per un’Italia senza modelli

Il senatore di Fratelli d’Italia: "Credo nel cambiamento dolce...

Leggi anche

Bomba dall’Inghilterra: Ronaldo vuole lasciare il Manchester 

Il talento portoghese, scontento della mancata qualificazione in Champions...

Giallo nel mondo del tennis: Nadal si ritira?

Le indiscrezioni trapelano dalla conferenza stampa chiesta dallo sportivo...

Covid, numeri in calo nell’ultima settimana: preoccupa il caso Portogallo

Scendono anche le terapie intensive (-11,7%), i ricoveri ordinari...

Renato Zero al Circo Massimo: Roma è pronta al maxi evento

È arrivato finalmente il momento dell’attesissimo tour di Renato...

Lutto nella musica: addio a Franco Gatti dei Ricchi e Poveri

Il “baffo” dei Ricchi e Poveri si è spento...

Dalla Homepage

Attacco alle ambasciate: nei video cinque incappucciati. Il precedente greco 

Dalla Spagna i media rilanciano l’individuazione dei presunti responsabili...

Malattie tropicali in Italia: 4 mila casi ogni anno

Dalla strongiloidosi all'echinococcosi, dalla dengue alla chikungunya: i numeri...

Lotta contro l’antisemitismo, Pecoraro: “Agire sui giovani”

L’impegno del neo-coordinatore a sciogliere i movimenti neofascisti e...

Giallo a Roma: morto Stefano Sparti, figlio dell’ex della Magliana

La procura ha avviato un fascicolo di indagine per...