Infermieri italiani tra i meno pagati d’Europa: «Sotto stress, ne mancano 70 mila»

|

In occasione della Giornata Internazionale i dati pubblicati dal gruppo Oasi: «In totale 450 mila unità, il 78 per cento sono donne» 

In Italia mancano all’appello settantamila infermieri. E quelli che lavorano sono tra i meno pagati in Europa. E’ il dato che emerge in occasione della Giornata Internazionale dell’Infermiere, celebrata giovedì 12 maggio. Una figura, quella dell’infermiere, che durante la pandemia ha assunto un ruolo significativo anche nell’immaginario collettivo, oltre che nelle corsie degli ospedali. 

I numeri in Italia 

Secondo l’Observatory on healthcare organizations and policies in Italy (Oasi) di Cergas Bocconi, oggi mancano all’appello 70 mila infermieri. Il numero degli infermieri in Italia è di 456.069, ma soltanto 395 mila sono attivi, con una maggioranza assoluta di donne, che raggiunge il 78%. Secondo il Pnrr sono necessari circa 50 mila infermieri in più, ma la delibera del Consiglio dei Ministri del 21 aprile scorso, che definisce i modelli e standard per lo sviluppo dell’assistenza territoriale nel Servizio sanitario nazionale, prevede che si passi dall’attuale copertura del 4-6% per gli over 65 almeno al 10%. Percentuali che, secondo Oasi, si traducono cosi’ in un fabbisogno reale di circa 70 mila unita’. Studi internazionali (come Rn4Cast, pubblicato su The Lancet), ipotizzano che si riuscisse ad avere un rapporto di un infermiere ogni sei pazienti e nello staff fosse presente, almeno il 60% di infermieri laureati, potrebbero essere evitate 3.500 morti l’anno. A ogni aumento del 10% di personale infermieristico laureato corrisponde una diminuzione del 7% di mortalità. Per questo è indispensabile anche un intervento sulla formazione. Le carenze di personale e la necessità di fare ricorso al lavoro straordinario portano a un elevato tasso di fungibilità della professione, impiegata in tutte le situazioni in cui l’assistenza scarseggia, senza tenere in alcun conto il livello di formazione raggiunta dalla maggior parte di loro, attraverso il conseguimento della laurea triennale o magistrale. 

Serve una riforma strutturale

«Durante la pandemia – ha commentato Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale ordini e professioni infermieristiche – sono morti 90 infermieri, in questo numero rientrano anche sei suicidi. E’ necessario che, alla luce di quanto è successo durante la pandemia e per impedire che in futuro situazioni emergenziali possano coglierci impreparati, il governo intervenga sia sui numeri, visto che secondo le stime mancano 70 mila unità, sia sulla formazione e il riconoscimento professionale. E’ quindi auspicabile l’avvio di un processo di riforma dei percorsi accademici, con l’obiettivo di sviluppare e valorizzare le specificità della professione infermieristica». 

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...

A Roma arrivano i cassonetti intelligenti: via ai test 

Il quartiere Africano di Roma primo luogo di sperimentazione...

E45, cantieri e incidenti: ecco la mappa dei nuovi lavori 

Anas annuncia il cronoprogramma dei prossimi interventi per la...

I russi aspettano il “Generale inverno”: attacco a -10 gradi 

Secondo i media ucraini gli uomini di Putin sono...

Ppe, Bakolas: “Meloni è pragmatica, vediamo se credibile”

I popolari europei sono a lavoro per programmare la...

Italiani, benvenuti nel post-populismo: tra malinconia e indignazione

L’Italia, secondo il Censis, è un Paese “entrato nel...

Italia, Serbia, Kosovo: cosa fare geopoliticamente?

Il contesto geopolitico attuale si dovrebbe proporre con ancora...

Pd e M5s in piazza, Calenda a Letta: “E’ incapace di strategia politica” 

Il leader di Azione attacca il segretario Dem dopo...

Istat, ora l’inflazione rallenta: beni alimentari in salita 

Continua a preoccupare il caro prezzi, ma la situazione...

La galassia della Exor: Ferrari, stampa e start up

Il terremoto che ha sconvolto la Juventus rilancia l’attenzione...

Tragedia nella notte: quarantenne pestato a morte

Una rissa finisce nel sangue a Borgo Bovio, nella...

Caos al carcere di Terni: i detenuti sono il doppio degli agenti  

Carenza di personale e nuovi episodi di violenza. L’allarme...
Teseide Casa Editrice

Leggi anche

Teseide Casa Editrice

Dalla Homepage

Renzi e Calenda, ecco il Terzo Polo: “Governo? Ha già la scadenza”

Ok definitivo alla federazione tra Italia Viva e Azione:...

Renzi, torna il rottamatore: “Schlein e Bonaccini? C’erano anche con me”

Il leader di Italia Viva dopo l’annuncio ufficiale delle...

Scontri al corteo antifascista: un agente ferito

Scontro fisico domenica pomeriggio a Milano: ad avere la...

Maltempo, fine settimana con 10 nubifragi e trombe d’aria

I dati di Coldiretti che lancia l’allarme: danni nei...

David Rossi, un nuovo indagato: l’ex comandante dei carabinieri 

Il provvedimento arriva dopo l’audizione in Commissione: l’ipotesi della...

Francia ok, ci pensa Mbappé: ora i quarti di finale

Schiantata la Polonia (3-1): ancora una show del numero...