Germania, l’embargo sul gas russo divide la politica: intanto cresce l’inflazione

|

I maggiori esponenti dei settori sociali ed economici tedeschi avvertono: «Con le sanzioni si rischia la crisi». Per l’autonomia energetica il governo chiarisce: «Non prima del 2024»  

In queste ore in Germania prosegue il dibattito in merito alla possibilità di imporre un embargo totale sul gas russo e le conseguenze che queste decisioni politiche potrebbero avere sull’economia tedesca. Grande fermento a Berlino, dove gli esponenti del mondo economico tedesco si dicono fortemente «preoccupati» dalla piega presa dagli eventi.   

Inflazione ai massimi storici e preoccupazione delle Associazioni: «Così si ferma il mercato del lavor

Nel fine settimana, direttamente dal presidente delle associazioni sociali tedesche, Adolf Bauer, è arrivato l’ennesimo avviso: «Non dobbiamo rischiare di esporci a conseguenze disastrose per il nostro mercato del lavoro». Bauer, in particolare, nelle dichiarazioni rilasciate a Neue Osnabruecker Zeitung sul rischio di inflazione che ha già raggiunto il livello record di 7,3% a marzo, con questo dato che non accenna a diminuire. Adolf Bauer ha ricordato che questa fase di crisi non interessa soltanto i prezzi dell’energia ma anche «degli affitti e dei generi alimentari». A tal proposito, Bauer ha ricordato che l’uscita dal mercato del gas avrebbe, in una situazione già così delicata, risvolti molto negativi nei settori meno abbienti della società tedesca. Dello stesso avviso risulta essere il Direttore generale dell’Industria tedesca e delle Camere di commercio, Martin Wansleben, che ha ribadito: «Un embargo immediato del gas russo rappresenterebbe una notevole catastrofe – ha poi proseguito intervistato dall’emittente Deutschlandfunk – per i settori chimico, metallurgico e farmaceutico».   

Il parere del governo tedesco: «Autonomia nel 2024»   

Le previsioni governative divulgate da Robert Habeck, ministro dell’economia, hanno chiarito alcune prospettive future per il Paese: «La Germania, che riceve il 40% del suo gas dalla Russia, vede la sua prospettiva di autonomia energetica non raggiungibile prima del 2024». Questa previsione, direttamente esposta dal governo tedesco, dimostra di come l’uscita dal gas russo renderebbe la Germania indipendente soltanto un anno dopo rispetto al programma stilato dal governo italiano. Parere negativo è stato fornito anche dagli analisti della Bundesbank che, tramite il suo bollettino mensile, ha reso noto una stima, secondo la quale l’embargo energetico costerebbe alla Germania 180 miliardi solo nel 2022, causando una contrazione del PIL del 2%. I maggiori istituti economici tedeschi, inoltre, hanno descritto lo scenario di una possibile recessione. Una ventata di ottimismo, invece, è arrivata direttamente dall’istituto Diw che avrebbe profilato uno scenario di danni economici contenibili nonostante le grandi perdite annuali per la Germania, nel caso in cui il governo dovesse approvare l’embargo totale sull’energia russa.   

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Istat, ora l’inflazione rallenta: beni alimentari in salita 

Continua a preoccupare il caro prezzi, ma la situazione...

La galassia della Exor: Ferrari, stampa e start up

Il terremoto che ha sconvolto la Juventus rilancia l’attenzione...

Tragedia nella notte: quarantenne pestato a morte

Una rissa finisce nel sangue a Borgo Bovio, nella...

Caos al carcere di Terni: i detenuti sono il doppio degli agenti  

Carenza di personale e nuovi episodi di violenza. L’allarme...

Riscatto Argentina: segna sempre Messi

Leo piega il Messico e l’Albiceleste rimane in corsa...

Terremoto Ternana, ko a Pisa e Bandecchi caccia Lucarelli 

La sconfitta in Toscana costa caro ai rossoverdi: l’allenatore...

Bonaccini traccia la linea: “Confronto con Terzo Polo e M5s” 

Il governatore dell’Emilia Romagna svela le sue strategie dopo...

Meloni a Confartigianato: “L’Italia torna forte e riconoscibile”

Grande attenzione al Made in Italy, riduzione della pressione...

Cop27, perché è fallita? Più lobbisti e Paesi emergenti incerti

Il gas tra le fonti energetiche del futuro e...

Prostitute uccise a Roma: un sospettato in questura

Le informazioni divulgate fanno riferimento ad un cinquantenne con...

Schianto sul raccordo: autista in ospedale e traffico in tilt 

Disagi sabato mattina lungo la E45 all’altezza delle uscite...

Neuropsichiatria infantile: “Troppi cambi, situazione allarmante”

I consiglieri comunali di Forza Italia con un atto...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Leggi anche

“La Russia perderà centomila soldati in un anno”

Il presidente ucraino Zelensky nel suo messaggio alla popolazione:...

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Dalla Homepage

Opzione donna, ipotesi proroga a tempo: i conti del governo 

Tra gli scenari presi in considerazione per la riforma...

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...

Non ci resta che il crimine diventa una serie tv

Dopo il successo della trilogia cinematografica, la commedia è...

Usa, Macron avverte: “Non usare l’Europa contro la Cina”

Il presidente francese in visita di Stato a Washington,...

Usa, ok ai robot killer per la polizia: Robocop diventa realtà?

Scenario da film fantascientifico a San Francisco, dove le...