Blitz a Palermo: colpito il clan di Rocca Mezzomonreale

|

Sette arresti per mafia e spunta lo statuto di Cosa nostra scritto dai “padri costituenti”: il baluardo dell’esistenza della criminalità

Il blitz a Palermo con una scoperta sconvolgente: esiste uno statuto di Cosa nostra scritto dai “padri costituenti”, i vecchi padrini mafiosi, dove per “democrazia” gli affiliati “sono la stessa cosa”. Sette gli arresti che hanno sgomitato la famiglia mafiosa di Rocca Mezzomonreale.

Gli arresti

Gli arresti riguardano la famiglia mafiosa di Rocca Mezzomonreale, retta dal clan Badagliacca, inquadrata nel mandamento palermitano di Pagliarelli, arrestando sette mafiosi tra cui uomini d’onore riservati e sventando pure l’omicidio di un architetto che avrebbe sbagliato pratiche di sanatorie edilizia mancando di rispetto al boss. In cella sono finiti Pietro Badagliacca, già condannato a 14 anni per mafia e poi scarcerato, il figlio Angelo e suo nipote Gioacchino, Marco Zappulla e Pasquale Saitta. Ai domiciliari sono andati gli ultrasettantenni Michele Saitta e Antonino Anello.

Gli investigatori, coordinati dai sostituti Federica La Chioma e Dario Scaletta, sono riusciti ad ascoltare ciò che i mafiosi dicevano e decidevano durante una riunione super segreta, nel settembre 2022, in una casa nelle campagne di Butera. Il gip Lirio Conti ha defintio le conversazioni registrate “come di estrema rarità nell’esperienza giudiziaria”. A tal proposito è stato fatto più volte il richiamo all’esistenza di un “codice mafioso scritto”, custodito gelosamente da decenni e che regola, ancora oggi, la vita di cosa nostra palermitana.

Lo statuto di Cosa nostra

Esiste uno statuto di Cosa nostra scritto dai fondatori di questa organizzazione criminosa. Al suo interno ci sono delle norme che sono tuttora rispettate e ne viene imposta l’osservanza agli affiliati. Questi principi mafiosi sono considerati ancora oggi il centro dell’esistenza stessa della mafia. I carabinieri hanno alzato il velo sui segreti più nascosti delle cosche palermitane.

La cosca di fatto è stata protagonista di episodi rilevantissimi per la vita dell’associazione mafiosa, quali, ad esempio, la gestione operativa della trasferta a Marsiglia del capomafia corleonese deceduto Bernardo Provenzano per sottoporsi a cure mediche o la gestione dei contatti con il boss trapanese Matteo Messina Denaro.

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Autonomia differenziata, il Consiglio dei ministri approva il ddl

Messo a punto dal ministro per gli Affari regionali,...

Caso Silvia Romano: come procede la richiesta di archiviazione dei pm

Il muro alzato dalle autorità keniote, che non hanno...

Papa Francesco in Congo, le parole ai giovani di Kinshasa

Le parole del Pontefice nello stadio dei Martiri di...

Per l’ex speechwriter del Cremlino Putin è finito: “Ci sarà il golpe entro un anno”

Agli occhi del popolo, da grande stratega, si sta...

Diritto processuale minorile: un corso a Terni tenuto dal procuratore Monteleone

La sessione di aggiornamento professionale verte sul tema del...

L’Ucraina riceverà dagli Usa le bombe Glsbd

Le super bombe che colpiscono un bersaglio fino a...

Dalla medicina arriva un nuova via per sconfiggere ogni tumore

Sfruttare i vaccini fatti da bambini. Lo studio italiano...

Come vendere su Amazon: un corso della Regione spiega le strategie

Un webinar è dedicato a come aderire alla vetrina...

Cibo sintetico, come si svilupperà il prodotto che per FDI ‘nulla apporta alla salute’

Per il consigliere del comune di Perugia va salvaguardata...

Caos alla Uil: scatta il ricorso contro il commissariamento della Fpl 

Dopo la decisione del segretario nazionale Bombardieri di sciogliere...

Dall’opposizione ferro e fuoco su Nordio: “Imbarazzato e imbarazzante”

Le reazioni a seguito dell’intervento alla Camera del ministro...

Cospito, Nordio: “La modifica del 41 bis è irremovibile”

Le dichiarazioni del ministro della Giustizia rispetto alla questione...

Leggi anche

Mattarella e Meloni: “Lotta senza tregua alla mafia”

Le parole del presidente della Repubblica alla notizia. Seguono...

Bimbo morto a Sharm, il rientro della salma

L'aereo proveniente dal Cairo è atterrato all'aeroporto di Fiumicino...

Antimafia, la commissione boccia i Comuni sciolti: «Manca trasparenza e prevenzione della corruzione»

Diverse le criticità che emergono dal documento approvato dall’assemblea...

Incendi, nel Palermitano le fiamme circondano le case

Il caldo infernale non placa gli incendi nel capoluogo...

L’Italia trema da Nord a Sud: due terremoti in 10 ore 

Prima una scossa di 3.2 di magnitudo a Bagnolo,...

Dalla Homepage

Autonomia differenziata, il Consiglio dei ministri approva il ddl

Messo a punto dal ministro per gli Affari regionali,...

Cospito, nuove accuse al Pd: “Disertiamo sul Milleproroghe”

Alta tensione in commissione: il senatore Balboni di Fratelli...

Caso Silvia Romano: come procede la richiesta di archiviazione dei pm

Il muro alzato dalle autorità keniote, che non hanno...

Mutui casa, quanto aumenteranno i tassi secondo la Bce

Aumento dei tassi d’interesse al 3% innalzandoli di un...

Cospito, Liris attacca il Pd: “Non coglie la gravità dell’incontro coi boss”

"E questo è oltremodo preoccupante", il senatore di Fratelli...

Papa Francesco in Congo, le parole ai giovani di Kinshasa

Le parole del Pontefice nello stadio dei Martiri di...