Fast fashion da record e la lezione di Leonia di Italo Calvino

|

Fast fashion e cultura usa e getta, lo spreco e la ragione dei numeri per consumi più razionali. La lezione di Leonia di Italo Calvino

La fast fashion (moda veloce) può aiutarci a capire le ragioni dei numeri e le ragioni di un pianeta che reclama ossigeno, pulizia e vivibilità. Rispetto ad un passato assai recente compriamo abiti 4 volte di più (+400%) e questo ha un costo in termini di inquinamento e produzione di rifiuti. Si tratta di indumenti sempre più economici, che vengono prodotti in tempi sempre più contenuti. Pensiamo ai blu jeans, che è un prodotto di largo consumo. I componenti per fabbricare un paio di jeans vengono prodotti in quattro continenti e viaggiano per migliaia di chilometri. E mentre noi paghiamo i jeans e ce li portiamo a casa, la nostra Terra paga un conto salato in termini di emissioni ed accumulo di gas serra e di produzioni di rifiuti che non sappiamo più come smaltire.

Ma poi proviamo a lavarci la coscienza provando a riciclare gli abiti usati, una cosa come diecimila tonnellate/anno che impattano non tanto sulle nostre tasche, ma sull’ambiente.  E forse non ci siamo mai chiesti quanta acqua, quanti pesticidi, quanti prodotti chimici servono ad una piantagione di cotone.

Se ci rendessimo consapevoli del danno che producono tutti quei vestiti accantonati e riciclati saremmo più pronti a cambiare le nostre abitudini. E lo saremmo ancora di più analizzando bene i nostri comportamenti in termini di consumi di cibo e di bevande. E di consumo dei beni elettronici.

Il marketing domina le coscienze e fa danni irreversibili all’ambiente

Senza renderci conto abbiamo ceduto le armi del buon senso ai professionisti del marketing. Senza renderci conto pensiamo a bisogni da soddisfare  che non sono poi così indispensabili e importanti. Senza renderci conto partecipiamo a produrre rifiuti, perché il bene che possedevamo diventa un di più e quello nuovo contribuisce allo sfruttamento di altre risorse naturali.

Senza renderci conto alimentiamo globalizzazione e consumismo. Senza renderci conto ci siamo abituati a pensare che la nostra persona sia esaltata solo alla condizione che acquisti determinate cose.

Spesso non essenziali. Esce un nuovo modello di cellulare ed anche se quello che abbiamo funziona perfettamente bene, siamo indotti dal marketing a sostituirlo, perché la pubblicità mi convince che il nuovo modello è più “fico” e da maggiore valore alla mia persona.

La lezione di Leonia di Italo Calvino

Calvino in uno dei suoi lavori ci ricorda di Leonia, che è una città che si risveglia sempre  con le lenzuola fresche di bucato. Una città che ogni giorno si rinnova, che ogni giorno butta via le cose del giorno precedente. Più o meno Calvino descrive lo scenario di una città di oggi, dove nello spazio riservato al ritiro della spazzatura si trovano affastellati sacchetti di plastica a scaldabagni, vecchi pianoforti e divani.

A Leonia non si pensa alla protezione dell’Ambiente, ma piuttosto a rinnovare quanto è rinnovabile. La ricchezza di Leonia è l’opulenza e il consumo vistoso. Ogni giorno vengono fabbricate, vendute e comprate, cose che ogni giorno vengono anche buttate perché il bisogno essenziale è quello di fare posto alle cose nuove. L’essenziale per gli abitanti di Leonia è levarsi di torno tutte le impurità; l’essenziale per gli abitanti di Leonia non è l’acquisto, ma è togliersi di torno tutto ciò che è nuovo perché il nuovissimo chiede spazio. Le cose non sono vecchie o nuove in funzione del loro stato di conservazione.

Tutto ciò che rappresenta lo ieri è vecchio semplicemente perché è lo ieri. Dello ieri occorre disfarsi e per farlo ci si serve di lavoratori che lo portano via, che lo nascondono alla vista. A Leonia neanche si chiedono dove finisca la spazzatura.

Poi quando le cataste di spazzatura saranno così ampie ed ingestibili ci si renderà conto che altre Leonia avranno prodotti altrettanti rifiuti e il Pianeta diventerà un unico grande secchio di spazzatura.

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Taxi: si tratta, domani convocati al Ministero

Intervista esclusiva al Presidente dell’Unione Radiotaxi Italiani Loreno Bittarelli Il...

Nepomniachtchi sfiderà Carlsen per il titolo mondiale

Il Torneo dei Candidati 2022 di Madrid è arrivato...

Luigi Di Maio, nasce alla Camera la nuova formazione politica

Nasce alla Camera la nuova formazione politica che fa...

Giarrusso lascia il M5S per aderire al progetto di Cateno De Luca?

Sabato si riunisce il Movimento meridionalista per benedire la...

Uber e ItTaxi, accordo storico all’ombra del Colosseo

La multinazionale americana Uber ed il consorzio ItTaxi celebrano...

Roma città del Giubileo, al via la Mostra

Al via la mostra Roma città del Giubileo-Trasformazioni ed...

Alessandro Gassmann, io e i GreenHeroes 

Alessandro Gassmann al Maxxi ha presentato io e i...

Eni, Italia e Algeria verso un comune destino economico

Eni sta guidando le azioni di diversificazione energetica nei...

Papa Francesco, nella follia della guerra si torna a crocifiggere Cristo

A Palazzo della Cancelleria in Vaticano la mostra Art...

Giornata Mondiale per l’Ambiente 2022

Oggi 22 aprile 2022 compie 52 anni la Giornata...

Nucleare, una scelta energetica tornata attuale

La transizione energetica ha poco o nulla a che...

Polo Sud più 38 gradi è caldo record, male anche il Polo Nord

Continua inesorabile la marcia verso il collasso dei ghiacci...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Leggi anche

Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Dalla Homepage

Manovra, i dubbi Cisl: “Ok emergenza, manca Industria 4.0”

Il segretario confederale Ignazio Ganga ascoltato nelle commissioni riunite...

Giappone e Spagna avanti: fuori la Germania

Ai tedeschi non bastano le quattro reti al Costa...

Italia, Serbia, Kosovo: cosa fare geopoliticamente?

Il contesto geopolitico attuale si dovrebbe proporre con ancora...

Tour de France, chiusura a Nizza. Parigi impegnata con le Olimpiadi

Svolta storica, la Grande Boucle si fermerà in Costa...

La forza delle donne, evento con la giornalista Pannitteri

Ad Acquasparta la presentazione del libro: sono 104 le...