Suicidio assistito, Bonino: «È una politica senza pietà»

|

La leader di Più Europa, ex volto dei radicali da sempre impegnata in battaglie sui diritti civili, sprona all’approvazione di una legge che consenta la pratica dell’eutanasia: «A chi grida contro dico che è una libera scelta. La destra smetta di strumentalizzare» 

Si riapre il dibattito in Italia sull’approvazione di una legge che contempli il suicidio assistito dopo la morte di “Mario”, primo caso in Italia. Anche Emma Bonino, che ha una lunga storia nelle battaglie per i diritti civili, commenta in un’intervista a “La Repubblica” quanto sta accadendo: «La latitanza della politica sul suicidio assistito mostra che i legislatori hanno perso la testa e la compassione. E la destra la smetta di strumentalizzare questi temi». 

Bonino, oggi leader di Più Europa ma ex volto storico dei radicali si schiera a favore dell’eutanasia, richiamandosi alla libera scelta di un cittadino, soprattutto dopo che la Corte costituzionale nel 2019 ha emesso la sentenza 242 sul caso Cappato-Antoniani, rendendo legale la richiesta di avere accesso al suicidio assistito. 

«In Italia le questioni dei diritti e delle libertà non trovano mai spazio. Non è il momento perché c’è un’emergenza o l’altra da affrontare. Da Englaro e Welby a Dj Fabo sono quarant’anni che se ne parla. Ma il dolore e la sofferenza non aspettano». 

Bonino, tuttavia, mostra preoccupazione per le norme bloccate in Senato poiché si farebbero distinzioni fra malati: «Non ci sono categorie fra terminali e oncologici. Bisogna essere liberi di scegliere anche sul fine vita, se fatto consapevolmente».

La leader di Più Europa sostiene, inoltre, che i diritti civili implichino anche una questione sociale, dietro la quale si nasconde la minore o maggiore predisposizione economica di una persona nello spostarsi verso luoghi come la Svizzera, dove l’eutanasia è concessa. 

E sulla Chiesa che ha definito una sconfitta la scelta di “Mario” di ricorrere all’eutanasia, Bonino commenta: «Penso che la vera sconfitta per Mario e i suoi familiari sarebbe stata continua a soffrire». 

«L’ho scritto nel mio testamento biologico e anche dal notaio: se mi ritrovo a vivere come una zucchina, lasciatemi andare. È una mia scelta», conclude sarcasticamente l’ex radicale.  

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Meno fondi ai 18enni, più soldi a cinema e libri: il punto 

Emendamento alla legge di bilancio promosso dalla maggioranza: per...

Modifiche al Pnrr: ecco i tempi. Via a gennaio 

La Ragioneria di Stato vuole accelerare per presentare i...

Perugia, ecco il piano dietro l’arresto dell’ex ufficiale tedesco 

L’accusa di reclutare risorse per un attacco terroristico pianificato...

Start up innovative e Maestrale: come nasce il primo incubatore

Al convegno del progetto europeo per il Comune di...

Brittney Grinder libera: ecco cosa c’è dietro lo scambio

La giocatrice di basket americana era detenuta da mesi...

La Ternana segna il rigore, il Cagliari no; 1-0 per gli umbri

Prima gioia per Andreazzoli che fa centro alla prima...

Perugia, buona prova ma solo un pari 

Contro la Spal la formazione biancorossa non va oltre...

Né Bonaccini né Schlein: Cuperlo lancia la terza via per il Pd

Dopo le candidature ufficiali spunta la possibilità di un...

Ugl a Bruxelles: le sfide presentate al Parlamento Europeo

Una serie di incontri istituzionali il 7 e l’8...

Raccordo, nuovo incidente: olio in strada e doppio tamponamento 

Ancora disagi al traffico lungo il tratto della Terni-Orte...

Lega Pro, via al progetto “Ethical Sport Management”

Ospiti del convegno Sebastiano Messina e Francesco Ghirelli, presidente...

Acquasparta, il primo romanzo horror italiano: “Il mio cadavere”

Appuntamento venerdì 9 dicembre a Palazzo Cesi per la...

Leggi anche

Dalla Homepage

Meno fondi ai 18enni, più soldi a cinema e libri: il punto 

Emendamento alla legge di bilancio promosso dalla maggioranza: per...

Modifiche al Pnrr: ecco i tempi. Via a gennaio 

La Ragioneria di Stato vuole accelerare per presentare i...

Marracash torna con la deluxe edition di Noi, loro, gli altri

A un anno di distanza dall'uscita del disco, il...

Più libri Più liberi e la macchina dei social

Secondo i dati Aie, i social network influenzano l’acquisto...

Brittney Grinder libera: ecco cosa c’è dietro lo scambio

La giocatrice di basket americana era detenuta da mesi...

Harry e Meghan: le prime reazioni alla docuserie di Netflix

È arrivata su Netflix la prima parte del discusso...