Draghi accelera sul Pnrr: «Difendiamolo dalla mafia, più poteri ai prefetti»

|

Il premier a Milano al convegno sulla lotta all’illegalità: «E’ una straordinaria opportunità di sviluppo, non possiamo creare ostacoli alle imprese»

«Il Pnrr ci offre una straordinaria opportunità, dobbiamo difenderlo dalle infiltrazioni mafiose». Il premier Mario Draghi interviene a Milano nell’ambito del convegno dal titolo “Il ruolo della finanza nella lotta alla mafia” rilanciando la volontà, già annunciata nei giorni scorsi, di accelerare sulla via del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Parole che assumono un’eco ancora più ampia, a poche ore di distanza dalla cerimonie di Palermo per l’anniversario della morte di Falcone

Il ricordo di Falcone

«Le mafie hanno cambiato natura – spiega il premier – l’incubo stragista è stato sostituito dalla criminalità imprenditrice che si insinua nei consigli d’amministrazione e nelle aziende, minacciando la libertà d’impresa e la libera concorrenza. Per questo è necessario seguire l’insegnamento di Giovanni Falcone, ovvero seguire la traccia dei soldi. Ma soprattutto vigilare sui modi con cui si spendono i soldi pubblici e sorvegliare sull’uso dei fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza». 

Più potere ai prefetti

Nell’ambito del suo intervento Draghi è poi intervenuto sugli strumenti legislativi a disposizione del Governo per fronteggiare le infiltrazioni. «La lotta all’illegalità impone una miglior tutela della spesa pubblica. Dobbiamo fermare e punire chi cerca di drenare fondi pubblici a vantaggio di società mafiose. Le indagini giudiziarie e l’attività investigativa sono una parte essenziale di questo sforzo. Per proteggere i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, semplifichiamo le procedure, miglioriamo il sistema di contrasto alle infiltrazioni, rafforziamo i controlli. Ampliamo gli strumenti a disposizione dei prefetti, come la prevenzione collaborativa, senza creare nuovi ostacoli per le imprese. Lo facciamo per difendere la straordinaria opportunità che il Pnrr ci offre, la nostra credibilità verso i cittadini e i partner europei». 

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Pil in diminuzione nel 2023: gli scenari dell’Istat

Il report “Prospettive per l'economia italiana nel 2022-2023”: l’aumento...

Forza Italia lancia la proposta: “Permessi Ztl validi in tutta Italia”

Il gruppo consiliare di Terni in un atto di...

Perugia, la carica dei nuovi sommelier: ecco chi ha superato l’esame 

Consegnati i diplomi, il tastevin da indossare sulla divisa...

Maltempo, dalla Regione arrivano 200mila euro 

Sono in totale 213 mila euro i fondi messi...

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...

A Roma arrivano i cassonetti intelligenti: via ai test 

Il quartiere Africano di Roma primo luogo di sperimentazione...

E45, cantieri e incidenti: ecco la mappa dei nuovi lavori 

Anas annuncia il cronoprogramma dei prossimi interventi per la...

I russi aspettano il “Generale inverno”: attacco a -10 gradi 

Secondo i media ucraini gli uomini di Putin sono...

Ppe, Bakolas: “Meloni è pragmatica, vediamo se credibile”

I popolari europei sono a lavoro per programmare la...

Italiani, benvenuti nel post-populismo: tra malinconia e indignazione

L’Italia, secondo il Censis, è un Paese “entrato nel...

Italia, Serbia, Kosovo: cosa fare geopoliticamente?

Il contesto geopolitico attuale si dovrebbe proporre con ancora...

Pd e M5s in piazza, Calenda a Letta: “E’ incapace di strategia politica” 

Il leader di Azione attacca il segretario Dem dopo...

Leggi anche

Dalla Homepage

Meno fondi ai 18enni, più soldi a cinema e libri: il punto 

Emendamento alla legge di bilancio promosso dalla maggioranza: per...

Modifiche al Pnrr: ecco i tempi. Via a gennaio 

La Ragioneria di Stato vuole accelerare per presentare i...

Marracash torna con la deluxe edition di Noi, loro, gli altri

A un anno di distanza dall'uscita del disco, il...

Più libri Più liberi e la macchina dei social

Secondo i dati Aie, i social network influenzano l’acquisto...

Brittney Grinder libera: ecco cosa c’è dietro lo scambio

La giocatrice di basket americana era detenuta da mesi...

Harry e Meghan: le prime reazioni alla docuserie di Netflix

È arrivata su Netflix la prima parte del discusso...