Crisanti e il reintegro dei medici no vax: “È ideologia”

|

Il microbiologo e senatore del Partito Democratico si scaglia contro il governo per la decisione di rimettere in servizio i 500 specialisti contrari al vaccino Covid

Dopo due anni e mezzo dallo scoppio della pandemia, il Covid continua a far maturare polemiche. Questa volta è Andrea Crisanti, microbiologo e senatore del Partito Democratico, a scagliarsi contro il governo Meloni per la decisione di reintegrare i medici no vax sospesi dal servizio

L’accusa che lancia l’esperto, dall’ala dell’opposizione, è che il provvedimento del Consiglio dei  Ministri sia una mossa ideologica. I dottori che non hanno seguito l’obbligo di vaccinazione sarebbero stati regolarmente rimessi a servizio fra due mesi, afferma il senatore, quindi accelerare di così poco tempo una norma che già regolarmente era in scadenza non trova alcuna utilità

L’anticipo è una decisione ideologica che vanifica lo sforzo che è stato fatto per far vaccinare le persone”, dice Crisanti ai microfoni di “Radio Cusano Campus”. Il ragionamento poi si muove sui dati quantitativi: i medici interessati dal provvedimento del governo Meloni sono circa cinquecento

L’idea del centrodestra che il reintegro del personale no vax negli ospedali avrebbe risolto i problemi di organico nelle strutture sanitarie è “una balla”: un numero tale è “una goccia nel mare”. Crisanti ribadisce quindi il suo pensiero: “È una chiara decisione politica con una chiara connotazione anti vax”.  

Crisanti e il bollettino settimanale

Rimodulazioni dal governo anche per quanto riguarda la pubblicazione del bollettino giornaliero dei contagi, ora diffuso settimanalmente. Anche su questo lato, Crisanti mostra tutte le sue riserve. 

Lo stop della resa nota dei dati è una questione grave, nel pensiero del senatore del Partito Democratico, perchè “dovrebbero essere disponibili a tutta la comunità scientifica. Questi dati appartengono a tutti i cittadini, non appartengono a nessun governo”. 

Sul sito del ministero della Salute il flusso è bloccato. In più i numeri devono essere regolarmente trasmessi all’OMS: seguendo questa procedura, secondo Crisanti, si arriverebbe alla paradossale situazione in cui la statistiche Covid sarebbero comunicate alle autorità internazionali ma non ai cittadini italiani. 

Il paragone vola quindi all’Inghilterra, dove similmente i bollettini vengono emessi ogni settimana, ma i parametri dei contagi nelle singole giornate sono liberamente accessibili a chiunque. “Questa è una vera e propria censura inaccettabile”, conclude il microbiologo. 

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Google e YouTube a braccetto contro le fake news, ma Twitter frena

I colossi di internet mettono sul piatto ben 13...

Record della ripresa del turismo da 21 miliardi di euro

Il nostro Paese si colloca sul podio della classifica...

Emma, da oggi il documentario sulla cantante

Si chiama “Sbagliata ascendente Leone” il documentario di Prime...

Librerie, incertezza fra concorrenza online e inflazione

I dati presentati da Ali e Confcommercio evidenziano come...

Femminicidio: sono quasi 100 donne uccise nel 2022

La metà delle vittime perdono la vita sotto la...

Manovra, le cifre passate: dai 40mld di Conte ai 32 di Draghi

L’esecutivo Meloni si prepara a varare una manovra per...

Manovra, Lupi: “Dare sostegno a imprese e famiglie”

Il governo Meloni si riunisce per decidere su importanti...

Mercato immobiliare alle stelle: +300 euro per ogni mq

Nell’ultimo quinquennio sono aumentati i prezzi di case e...

Giallo a Roma: uccise tre prostitute. C’è la mano di un serial killer?

Gli omicidi, avvenuti nel quartiere Prati, hanno tutti lo...

Estate rovente: anche il mare tocca temperature record

Greenpeace Italia lancia l’allarme: a luglio e agosto le...

Siamo 8 miliardi di persone: il nuovo record mondiale

Le stime delle Nazioni Unite tagliano la linea di...

Emily Blunt contro il tag “Protagonista femminile forte”

La nota attrice ha rivelato che rifiuterà ogni progetto...
Teseide Casa Editrice

Leggi anche

Teseide Casa Editrice

Dalla Homepage

Opzione donna, ipotesi proroga a tempo: i conti del governo 

Tra gli scenari presi in considerazione per la riforma...

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...

Non ci resta che il crimine diventa una serie tv

Dopo il successo della trilogia cinematografica, la commedia è...

Usa, Macron avverte: “Non usare l’Europa contro la Cina”

Il presidente francese in visita di Stato a Washington,...

Usa, ok ai robot killer per la polizia: Robocop diventa realtà?

Scenario da film fantascientifico a San Francisco, dove le...