IL PUNTO – Guerra in Ucraina: Lyman e Severodonetsk in mano ai russi

|

Mentre Putin apre al dialogo con Kiev a patto di uno stop immediato da parte dell’occidente nell’invio delle armi, l’esercito di Mosca continua ad avanzare nell’area orientale del paese

Putin inizia a parlare di dialogo con Kiev ma a patto che i paesi occidentali smettano di sostenere l’Ucraina con l’invio delle armi. Determinante l’intervento del presidente della Francia Emmanuel Macron e del Cancelliere della Germania Olaf Scholz che, attraverso un dialogo telefonico, hanno chiesto a Putin di iniziare a valutare dei ‘negoziati seri e diretti’ con il presidente Zelensky. Infatti, tutti sono d’accordo che solo con il dialogo diretto tra Mosca e Kiev il conflitto potrebbe cambiare rotta e tornare a perseguire la strada del buon senso.

Parigi e Berlino, dunque, sono riuscite a strappare allo zar un’apertura: Putin dichiara di essere pronto a riprendere il dialogo con Kiev. Il presidente russo però, pone subito la sua condizione: i paesi occidentali devono garantire uno stop immediato sull’invio delle armi in Ucraina.

Per Zelensky d’altro canto è invece fondamentale che i paesi occidentali continuino ad inviare armi a Kiev per dare la possibilità all’Ucraina di difendersi dall’offensiva ad altissima intensità che i russi stanno perseguendo.

Sul campo la guerra continua

Quindi, nonostante si inizi a parlare di dialogo la situazione continua a rimanere in stallo, l’unica certezza al momento è che le forze russe stanno continuando la loro avanzata nella parte est dell’Ucraina a suon di colpi su città e villaggi. In questa fase del conflitto, l’unico fattore positivo riguarda le conversazioni tra i paesi europei e Putin. Continuare ad avere un contatto diretto con il presidente russo potrebbe aiutare a favorire la mediazione tra Mosca e Kiev. Anche se per ora, Russia e Ucraina continuano ad urlare le loro ‘condizioni’ per posare le armi che non coincidono affatto.

Macron e Scholz hanno riferito, inoltre, che non solo Putin è pronto ad un dialogo nel più breve tempo possibile ma anche che, è pronto a fare dei passi concreti come la liberazione dei 2.500 soldati ucraini presi prigionieri in seguito alla resa dell’acciaieria Azovstal. L’Ucraina intanto punta a difendere ogni centimetro del proprio territorio e avvisa che questa mattina sono stati lanciati almeno 20 proiettili di artiglieria dal territorio russo verso la regione di Sumy, nel nord est dell’Ucraina.

I russi continuano ad avanzare

La situazione attuale in Ucraina continua ad essere sempre più difficile per la resistenza guidata da Zelensky. Nella città di Severodonetsk, situata nella regione di Lugansk, le forze ucraine ammettono di essere in una posizione militare difficile. La città sta subendo continui colpi dagli invasori. Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha affermato che Severodonetck ,ormai, è sotto il pieno controllo delle sue forze. Anche per quanto riguarda Lyman, i russi hanno annunciato la conquista.

Intanto Zelensky, dichiara di aspettare buone notizie sull’invio delle armi dai paesi partner. Il presidente dell’Ucraina scrive su telegram: «Lavoriamo tutti i giorni per rafforzare la nostra difesa. Naturalmente molto dipende dai nostri partner, da quanto sono pronti a fornire all’Ucraina tutto il necessario per difendere la libertà».

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Tragedia di San Giustino, oggi i funerali di Luana e Nico 

Le esequie dei due ragazzi si svolgeranno nel pomeriggio...

Incidenti stradali in aumento, l’allarme dell’Aci: “Numeri in salita”

A Perugia la presentazione del resoconto sui dati Istat...

Alberi, l’Umbria si conferma cuore verde d’Italia: la classifica

Primato insieme all'Emilia Romagna nella graduatoria Altritalia Ambiente. Sicilia...

Scontri al corteo antifascista: un agente ferito

Scontro fisico domenica pomeriggio a Milano: ad avere la...

Maltempo, fine settimana con 10 nubifragi e trombe d’aria

I dati di Coldiretti che lancia l’allarme: danni nei...

Renzi e Calenda, ecco il Terzo Polo: “Governo? Ha già la scadenza”

Ok definitivo alla federazione tra Italia Viva e Azione:...

David Rossi, un nuovo indagato: l’ex comandante dei carabinieri 

Il provvedimento arriva dopo l’audizione in Commissione: l’ipotesi della...

Francia ok, ci pensa Mbappé: ora i quarti di finale

Schiantata la Polonia (3-1): ancora una show del numero...

Tragedia di San Giustino, lo sport ricorda i quattro ragazzi

Striscioni e gesti di vicinanza alle famiglie nella domenica...

Ischia, anche il border collie Tango in azione per le operazioni di soccorso

Anche il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria a supporto...

A Kherson 28 bombardamenti in 24 ore: colpito centro oncologico 

La Russia avanza e intanto aspetta le basse temperature...

Renzi, torna il rottamatore: “Schlein e Bonaccini? C’erano anche con me”

Il leader di Italia Viva dopo l’annuncio ufficiale delle...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Leggi anche

A Kherson 28 bombardamenti in 24 ore: colpito centro oncologico 

La Russia avanza e intanto aspetta le basse temperature...

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...

“La Russia perderà centomila soldati in un anno”

Il presidente ucraino Zelensky nel suo messaggio alla popolazione:...

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...
Teseide Casa Editrice

Dalla Homepage

Renzi e Calenda, ecco il Terzo Polo: “Governo? Ha già la scadenza”

Ok definitivo alla federazione tra Italia Viva e Azione:...

Renzi, torna il rottamatore: “Schlein e Bonaccini? C’erano anche con me”

Il leader di Italia Viva dopo l’annuncio ufficiale delle...

Scontri al corteo antifascista: un agente ferito

Scontro fisico domenica pomeriggio a Milano: ad avere la...

Maltempo, fine settimana con 10 nubifragi e trombe d’aria

I dati di Coldiretti che lancia l’allarme: danni nei...

David Rossi, un nuovo indagato: l’ex comandante dei carabinieri 

Il provvedimento arriva dopo l’audizione in Commissione: l’ipotesi della...

Francia ok, ci pensa Mbappé: ora i quarti di finale

Schiantata la Polonia (3-1): ancora una show del numero...