Draghi chiama Putin: «Nessuno spiraglio per la pace»

|

Telefonata del premier al presidente russo: sul tavolo anche la questione grano. L’accusa di Mosca: «E’ Kiev che blocca i porti»

«Al momento non ci sono spiragli per la pace». Telefonata densa di argomenti tra il premier Mario Draghi e il presidente russo Vladimir Putin. Un contatto che però non ammorbidisce i toni assunti dal Cremlino che anzi rilancia: «E’ l’Ucraina che sta bloccando i porti». 

I contenuti della telefonata

«La Russia – ha spiegato Draghi rispetto ai contenuti della telefonata ai cronisti in una conferenza stampa – è pronta a contribuire per superare la crisi alimentare a condizione che le sanzioni occidentali siano revocate. La crisi alimentare che si sta avvicinando, e che in alcuni Paesi dell’Africa è già presente, avrà proporzioni gigantesche e conseguenze terribili. Dobbiamo vedere se è possibile una cooperazione tra Russia e Ucraina sullo sblocco dei porti del Mar Nero dove sono depositati enormi quantitativi di grano», aggiunge. Ma alla domanda dei cronisti che chiedono se nel corso del colloquio abbia percepito nelle parole del capo del Cremlino la possibilità di uno spiraglio di pace, la risposta di Draghi è netta: «No».

Gli altri temi

Draghi ha detto tuttavia di volere insistere nel cercare una soluzione e si riserva di parlarne anche al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Putin, secondo il resoconto del Cremlino, è tornato a chiedere la revoca delle sanzioni occidentali che ha condannato come «politicamente motivate», ribadendo che sono queste restrizioni a gettare lo scompiglio sui mercati. Se ciò verrà fatto, ha assicurato, la Russia è pronta ad esportare i suoi cereali e fertilizzanti. Il leader russo ha aggiunto che il suo Paese sta facendo ogni sforzo per assicurare rotte sicure per le navi mercantili nel Mar Nero e nel Mar d’Azov, quest’ultimo ormai sotto il controllo delle forze d’occupazione, e ha accusato invece l’Ucraina di ostacolare la navigazione con l’uso delle mine. Stessa musica per quanto riguarda i negoziati di pace: è Kiev che li vuole tenere «sospesi». E in serata l’ex presidente Dmitry Medvedev ha definito «impossibili da realizzare» le condizioni poste da Zelensky, che chiede un ritiro russo sulle posizioni del 23 febbraio. Quanto ai territori occupati, lo zar ha detto a Draghi che i russi stanno lavorando per «stabilire una vita pacifica nelle città liberate del Donbass».

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...

A Roma arrivano i cassonetti intelligenti: via ai test 

Il quartiere Africano di Roma primo luogo di sperimentazione...

E45, cantieri e incidenti: ecco la mappa dei nuovi lavori 

Anas annuncia il cronoprogramma dei prossimi interventi per la...

I russi aspettano il “Generale inverno”: attacco a -10 gradi 

Secondo i media ucraini gli uomini di Putin sono...

Ppe, Bakolas: “Meloni è pragmatica, vediamo se credibile”

I popolari europei sono a lavoro per programmare la...

Italiani, benvenuti nel post-populismo: tra malinconia e indignazione

L’Italia, secondo il Censis, è un Paese “entrato nel...

Italia, Serbia, Kosovo: cosa fare geopoliticamente?

Il contesto geopolitico attuale si dovrebbe proporre con ancora...

Pd e M5s in piazza, Calenda a Letta: “E’ incapace di strategia politica” 

Il leader di Azione attacca il segretario Dem dopo...

Istat, ora l’inflazione rallenta: beni alimentari in salita 

Continua a preoccupare il caro prezzi, ma la situazione...

La galassia della Exor: Ferrari, stampa e start up

Il terremoto che ha sconvolto la Juventus rilancia l’attenzione...

Tragedia nella notte: quarantenne pestato a morte

Una rissa finisce nel sangue a Borgo Bovio, nella...

Caos al carcere di Terni: i detenuti sono il doppio degli agenti  

Carenza di personale e nuovi episodi di violenza. L’allarme...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Leggi anche

Von der Leyen accelera: “Un processo di Norimberga per la Russia” 

La leader europea richiama i Paesi della Ue a...

“La Russia perderà centomila soldati in un anno”

Il presidente ucraino Zelensky nel suo messaggio alla popolazione:...

A Kherson 28 bombardamenti in 24 ore: colpito centro oncologico 

La Russia avanza e intanto aspetta le basse temperature...

Accolti mamme e bambini ucraini: “Gioia nei loro occhi”

Grandi e piccini nel Comune di Polino: arrivano dalla...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Dalla Homepage

Renzi e Calenda, ecco il Terzo Polo: “Governo? Ha già la scadenza”

Ok definitivo alla federazione tra Italia Viva e Azione:...

Renzi, torna il rottamatore: “Schlein e Bonaccini? C’erano anche con me”

Il leader di Italia Viva dopo l’annuncio ufficiale delle...

Scontri al corteo antifascista: un agente ferito

Scontro fisico domenica pomeriggio a Milano: ad avere la...

Maltempo, fine settimana con 10 nubifragi e trombe d’aria

I dati di Coldiretti che lancia l’allarme: danni nei...

David Rossi, un nuovo indagato: l’ex comandante dei carabinieri 

Il provvedimento arriva dopo l’audizione in Commissione: l’ipotesi della...

Francia ok, ci pensa Mbappé: ora i quarti di finale

Schiantata la Polonia (3-1): ancora una show del numero...