Da Carlo Magno a Craxi: la storia del ponte sullo Stretto

|

Da un lato le sparate elettorali, dall’altro le difficoltà di costruzione. Il Ponte è tornato d’attualità dopo la promessa di Meloni e Salvini. Ma ci aveva pensato persino Carlo Magno. Destinato a rimanere un’utopia?

Una storia infinita quella del Ponte di Messina. Un grande classico, che torna periodicamente nelle promesse della politica italiana: sistematicamente ad ogni cambio di governo e di epoca. Sarà questa la volta buona? Difficile, ma come si dice? Nulla è impossibile. Innanzitutto bisogna fare un passo indietro.

L’INTERVISTA VIDEO DI SALVINI SUL PONTE

Si parla di ponte sullo Stretto fin dalle guerre puniche: Plinio il Vecchio e Strabone narrano per esempio della costruzione, voluta dal console Lucio Cecilio Metello nel 251 a.C., di un ponte temporaneo per mobilitare dalla Sicilia 140 elefanti da guerra catturati durante la prima guerra punica. Cartagine com’è noto fu distrutta, il ponte invece mai realizzato.

L’idea che solleticò Carlo Magno

Nei secoli successivi, l’idea di collegare Calabria e Sicilia stuzzicò anche Carlo Magno, che durante un viaggio si accorse di quanto erano vicine le due sponde.

Zanardelli e il ponte sottomarino

Il ponte tornò d’attualità dopo l’Unità d’Italia, quando la Sinistra storica arrivò per la prima volta al potere, con Giuseppe Zanardelli. In quel caso l’idea era di costruire un tunnel sottomarino.

Dal 1908 al 1981: tante idee ma nulla di fatto

Il terremoto di Messina del 1908 fece passare in secondo piano i progetti per diversi anni, non a caso lo stretto è una delle numerose zone a rischio sismico elevato dell’area mediterranea; diversi e gravi i terremoti e maremoti che hanno colpito Messina, Reggio Calabria e le zone limitrofe.

Poi, nel 1969, fu addirittura indetto un Concorso internazionale di idee, in cui ne vinsero sei: tunnel a mezz’acqua ancorato al fondo mediante cavi in acciaio, ponte strallato a tre campate, ponte sospeso a una, tre, quattro e cinque campate. Successivamente nel 1981 la creazione di Stretto di Messina Spa, voluta dal governo Forlani: il progetto era quello di un ponte sospeso con campata unica. Nulla fu fatto, ovviamente.

Da Craxi a Berlusconi, tante chiacchiere e niente ponte

Nel 1985 il Presidente del Consiglio, Bettino Craxi, annuncia che il ponte si farà. La progettazione però non decolla e nel 1992 con lo scoppio di Tangentopoli l’opera viene messa in soffitta. Dieci anni dopo il premier, Silvio Berlusconi, rilancia il progetto. Nel 2005, con un’offerta di 3,88 miliardi di euro, Impregilo vince la gara per la realizzazione del ponte. Nel 2006 la società firma il contratto. Ma quando sembra tutto pronto per avviare i lavori, Berlusconi perde le elezioni e con l’arrivo del nuovo governo Prodi, che considera il ponte “inutile e dannoso”, tutto si blocca. Il governo Prodi cade dopo soli due anni, il Cavaliere rientra a Palazzo Chigi e ritorna sulla costruzione del ponte. Purtroppo arriva la crisi dei debiti sovrani, il IV governo Berlusconi viene affossato dai mercati e sostituito dal governo tecnico di Mario Monti. Il nuovo premier, che ha altro a cui pensare, mette la parola fine alla costruzione del ponte, annunciando che non si farà e la società Stretto di Messina Spa viene messa in liquidazione. Ma ora il governo Meloni ne prevede la riattivazione.

L’idea riesumata dal governo Meloni

Secondo fonti vicine al ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini avrebbe discusso della volontà di riportare in vita il progetto del ponte durante la cena a Bruxelles con la commissaria ai Trasporti Adina Valean. L’Ue si è detta infatti “onorata” di aiutare l’Italia a patto che siano formalizzati un solido piano finanziario e un progetto definitivo. Si è ora in attesa per la riunione dei ministri.

Un progetto costoso

Il ponte sullo stretto di Messina non esiste, ma è costato parecchio. Secondo la Corte dei conti quasi 130 milioni di euro, solo nel periodo 1982-2005. Alcune stime parlano di 600 milioni.

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Caso Orlandi, il piano di Calenda: ecco la commissione parlamentare: “Fare luce”

Il leader di Azione propone un organismo con 40...

Farnesina: attacchi contro sedi diplomatiche di Barcellona e Berlino

Incendiata auto di un funzionario dell'Ambasciata italiana a Berlino...

A Gerusalemme strage di innocenti in sinagoga

Apre il fuoco, uccide 7 persone e ne ferisce...

Mattarella: “Mai più un’Italia razzista”

Il Presidente della Repubblica, parla della Shoah: cita il...

“Il respiro di Shlomo”, il respiro della Memoria

Il docufilm si basa sulla testimonianza diretta di Shlomo...

Carburanti, il flop dello sciopero “che deve far riflettere la categoria dei gestori”

"Una categoria ostaggio del potere petrolifero e senza tutela...

Il Terzo Polo sta con Nordio: “La maggioranza deve lasciarlo lavorare”

Gelmini, "lo sosteniamo, sempre che la sua maggioranza lo...

Viaggio nel triste mondo degli insegnanti italiani: i meno pagati d’Europa

Lo stipendio è più basso rispetto ai colleghi dell'Ue,...

Dal pane alla benzina: ecco tutti i rialzi del 2022

Il Codacons ha tracciato la “mappa dei rincari” del...

Ecco quanto fattura ogni anno la Mafia in Italia

Giro d'affari di 40 miliardi l'anno, pari a oltre...

Il vescovo di Savona “silenzia” le campane per non creare disturbo

La durata del suono non deve mai superare il...

Foti sulle intercettazioni: “Bisogna conciliare l’informazione con il diritto di privacy”

Tommaso Foti (Fdi) alla Camera commenta le parole di...

Leggi anche

Rivoluzione Meloni: addio legge Fornero e via al nuovo Rdc 

Sul tavolo del consiglio dei ministri le manovre su...

Salvini e il ponte: “Italia torni attrattiva per i giovani professionisti”

Il ministro delle Infrastrutture ha rilanciato il progetto del...

Ponte sullo stretto: “Lavori al via in due anni, c’è anche Bruxelles”

Il ministro delle Infrastrutture, presente alla riapertura al traffico...

Salvini non molla il Ponte sullo Stretto: “Crea posti di lavoro”

Il ministro delle Infrastrutture e vicepremier punta l’opera: “Costa...

Dalla Homepage

Attacco alle ambasciate: nei video cinque incappucciati. Il precedente greco 

Dalla Spagna i media rilanciano l’individuazione dei presunti responsabili...

Malattie tropicali in Italia: 4 mila casi ogni anno

Dalla strongiloidosi all'echinococcosi, dalla dengue alla chikungunya: i numeri...

Lotta contro l’antisemitismo, Pecoraro: “Agire sui giovani”

L’impegno del neo-coordinatore a sciogliere i movimenti neofascisti e...

Giallo a Roma: morto Stefano Sparti, figlio dell’ex della Magliana

La procura ha avviato un fascicolo di indagine per...