Calcio, automobili e non solo: Exor e la nuova sfida al nucleare

|

La holding degli Agnelli è diventata azionista di due importanti società leader nella produzione dell’uranio: lo ha scritto John Elkann nella lettera annuale ai soci

Dal calcio alle automobili, passando per l’editoria, la moda, le assicurazioni e gli armamenti sino ad approdare al nucleare, il passo non è poi così breve e scontato. Ma per Exor, la Holding finanziaria degli Agnelli e socia di maggioranza della Juventus, le sfide non finiscono mai e passano ora anche dal nucleare.

Lo si evince chiaramente dalle dichiarazioni rilasciate da John Elkann, presidente e amministratore delegato, il quale con una certa sicurezza traccia la direzione che i mercati finanziari da un pò di tempo stanno percorrendo.

La conferma della notizia agli azionisti della Holding è stata data dallo stesso presidente con la consueta lettera annuale nella quale la Exor è diventata azionista di due importanti società leader nella produzione di uranio: la Cameco e la NexGen Energy, entrambe canadesi.

Il mercato e le nuove quote

A titolo informativo, la Cameco è ritenuta la più grande società di uranio quotata indipendente al mondo, di cui Exor possiede il 2,4%, il cui valore azionario in termini di partecipazione è pari a circa 200 milioni di dollari. Viceversa sulla NexGen non si conosce il valore della quota detenuta che a detta del Presidente Elkann “sta sviluppando il più grande progetto di uranio a basso costo a livello globale”.

Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono abbastanza chiari e traspaiono nettamente dalle parole del numero uno di Exor: da un lato la Cina e gli USA da tempo oramai hanno puntato fortissimo sulle centrali nucleari per cercare di ridurre le emissioni di gas serra quindi la competizione a livello internazionale; dall’altro rimanere in linea con quello che è il pensiero comune della Commissione europea, la quale ha incluso questa forma di energia tra quelle finanziabili nell’ambito della transizione ecologica. «Sebbene il quadro della domanda sia più brillante che mai, l’industria dell’uranio è in un deficit strutturale dell’offerta», continua Elkann nella lettera agli azionisti.

Nucleare fondamentale per questione energetica

Quindi il nucleare è assolutamente fondamentale in primis per affrontare la sfida di riduzione della scarsità energetica, ed al contempo è una grande opportunità economica con i mercati in continuo fermento anche e soprattutto in ragione della incerta risoluzione del conflitto ucraino.

Altra grande sfida sulla quale il nucleare può dare un importante contributo è quella relativa alla elettrificazione delle applicazioni industriali in sostituzione dei combustibili fossili, questo poiché gli impianti nucleari forniscono energia affidabile e carbon-free e sono il complemento ideale a fonti di energia rinnovabile intermittenti come il solare e l’eolico. 

© Riproduzione riservata

Dello stesso autore

Fondi per la sanità, cambiano i parametri: quanto spetta alle Regioni

Dal 2023 verranno considerate la mortalità e l’indice di...

Auto fuori strada, tragedia in Umbria: morti 4 giovani

Schianto fatale per i ragazzi che viaggiavano tutti nella...

Dramma Uruguay, passa la Corea del Sud

Ai sudamericani non basta la vittoria sul Ghana (0-2)....

Cgil, legge di Bilancio: “Manovra da corto, cortissimo respiro”

I sospetti ed i timori del sindacato ascoltato in...

Treofan, Fioroni: “La Regione assicura gli ammortizzatori sociali”

L’assessore regionale sulla vertenza della multinazionale: “Anche per il...

Pnrr, il governo pronto a chiedere la revisione dei programmi 

Lo conferma il ministro dello Sviluppo Economico Urso: “Valutiamo...

Giorgetti e le stime sul Pil: “Cresce fino al 2% nel 2024”

Il ministro dell’Economia analizza il momento e le previsioni...

Pochi medici, l’allarme di Schillaci: “Problema urgente” 

Il ministro della Salute fa il punto sul momento...

Mediterraneo, la visione di Mattarella: “Gestione comune dei flussi”

Il presidente della Repubblica sul conflitto in Ucraina: "Ancora...

Manovra, i dubbi Cisl: “Ok emergenza, manca Industria 4.0”

Il segretario confederale Ignazio Ganga ascoltato nelle commissioni riunite...

Giappone e Spagna avanti: fuori la Germania

Ai tedeschi non bastano le quattro reti al Costa...

Tour de France, chiusura a Nizza. Parigi impegnata con le Olimpiadi

Svolta storica, la Grande Boucle si fermerà in Costa...
Teseide Casa Editrice

Leggi anche

La galassia della Exor: Ferrari, stampa e start up

Il terremoto che ha sconvolto la Juventus rilancia l’attenzione...
Teseide Web Design - Realizzazione Siti Web

Dalla Homepage

Fondi per la sanità, cambiano i parametri: quanto spetta alle Regioni

Dal 2023 verranno considerate la mortalità e l’indice di...

I russi aspettano il “Generale inverno”: attacco a -10 gradi 

Secondo i media ucraini gli uomini di Putin sono...

Dramma Uruguay, passa la Corea del Sud

Ai sudamericani non basta la vittoria sul Ghana (0-2)....

Pos e contante, Giorgetti e il botta e risposta Salvini-Sala

Giorgetti invita a evitare ristoranti che non accettano il...

Missili Aspide per l’Ucraina: nuovo pacchetto aiuti dall’Italia

Arriva il sesto Decreto Aiuti: proroga al 31 dicembre...